Supersantos, pane e mortadella e latte di mandorla – A ognuno il suo mare

Izmir, Anna MadiaC’è un mare blu, uno azzurro e uno verde acqua. E poi quello viola, nostro, sempre battuto dal vento. Loro dicono che trovare un amico è così raro come un giorno senza vento a Catanzaro. Noi abbiamo imparato i detti come le spiagge, saggezza orale che non inganna quasi mai.

Continua a leggere “Supersantos, pane e mortadella e latte di mandorla – A ognuno il suo mare”

Quando i migranti ci arrivano in casa – tra materassi, ignoranza e umanità

Migranti, Castelfranco VenetoUna volta le palestre erano solo palestre. Nell’ora di educazione fisica, ci si faceva qualche palleggio o si correva in tondo, quel poco che bastava a dare l’impressione di correre in un’età in cui, per la corsa, mancano ancora testa e maturità. Ieri, invece, la palestra era un’altra cosa. Era ventuno brandine schierate in fila, ventuno cuscini, nessuna valigia. E tu davvero avresti pensato a una brigata di soldati se non fosse che, su quelle brande, stavano ventuno ragazzi disarmati. Siria, Gambia, Costa d’Avorio, Nigeria: le facce erano tutte diverse, i vestiti non avevano proprietà, erano raccolti e regalati.

Continua a leggere “Quando i migranti ci arrivano in casa – tra materassi, ignoranza e umanità”

Un giorno in famiglia: il contrario di un family day

CiliegioNelle domeniche d’estate ci si trovava in mutande sotto il ciliegio, nel giardino della nonna. Il pozzo, proprio a fianco al ciliegio, era il seggiolino dei più veloci. Gli altri cugini rimanevano in piedi, le mutande bianche prese in prestito nella lavanderia, a volte grandi da mostrare qualcosa, a volte vecchie a ricordare decenni andati.

Continua a leggere “Un giorno in famiglia: il contrario di un family day”

Casa dolce casa, il sacco a pelo e le sorelle di Termini

È ora di traslocare, sì, ancora una volta. Se non altro per recuperare, in una manciata d’anni, tutti gli spostamenti che non hai fatto da piccola. Tu che non hai mai visto arrivare l’impresa di traslochi, non hai mai pianto per il pupazzo scomparso, mai conosciuto scotch e scatoloni, adesso vivi un trasloco continuo, anno dopo anno, numero civico dopo numero civico.

Continua a leggere “Casa dolce casa, il sacco a pelo e le sorelle di Termini”

Nanni Moretti, le lezioni sul tempo e il tuo famoso impermeabile blu

IMG_7651Piove al momento sbagliato. Non sempre, ma il più delle volte. Stavo, per esempio, sognando di correre finalmente la mia prima mezza maratona. Ma, a parte gli inghippi burocratici e i certificati medici, l’autunno ha deciso che doveva tornare per qualche giorno.

Continua a leggere “Nanni Moretti, le lezioni sul tempo e il tuo famoso impermeabile blu”

Umbria, Lazio e quasi Campania – schegge d’Italia in regionale

vecchi_per_manoI vicoli più belli sono in mattoni in faccia vista, vecchi di secoli e abitati da un’edera invadente. Ma ci sono anche quelli che sanno di piscio, con qualche gatto e un cassonetto a popolarli e tanto, troppo silenzio intorno. A Perugia li abbiamo cercati con cura, con pazienza e con la voglia di immortalarli in qualche scatto. E il sole non mancava e c’era pure quella iniziale primavera che profuma anche senza fiori sui davanzali, anche senza il tempo di godersela abbastanza.

Continua a leggere “Umbria, Lazio e quasi Campania – schegge d’Italia in regionale”